Bozen Brass

Un sacco di lamiera e fine toni

Bozen Brass è un sestetto di ottoni che non si può classificare secondo le comuni categorie. Si potrebbero definire innanzitutto curiosi, i sei sudtirolesi, e sempre pronti a sorprendere.

Norbert Fink al corno, Martin Psaier al trombone,  Robert Neumair alla tromba, Manuel Goller alla tromba, Toni Pichler alla tuba e Anton Ludwig Wilhalm alla tromba da allora sono in cammino, insieme, verso traguardi alti e lontani.

Basilare è la solida formazione musicale che sorregge ognuno dei componenti, acquisita presso le migliori istituzioni musicali in patria e all'estero, accompagnata da un'esperienza esecutiva multiforme, tra orchestre ed ensemble di respiro internazionale. Ulteriori importanti ingredienti sono l'amore per la musica e il puro piacere nel praticarla, che in qualità di insegnanti riescono pure a trasmettere bene ai loro allievi.

Essi offrono agli ascoltatori un arco di proposte musicali davvero ricco, attraverso ogni epoca della storia della musica e passando per ogni stile.

La musica

I Bozen Brass non sono una formazione legata ad una precisa e univoca tendenza stilistica. Il repertorio del gruppo spazia "dal Barocco al Blues", per poter raggiungere un pubblico il più ampio possibile.

Questa "larghezza di banda" è offerta con naturalezza, anche utilizzando, per ogni epoca, gli strumenti più adatti. La musica rinascimentale, barocca ed operistica è suonata indossando il frac, quale omaggio alla tradizione classica.

Ma con ottoni naturalmente si può andare ben oltre. D'un tratto si passa con facilità dal jazz al pop al rock, da Sting a Michael Jackson. 

Per un tocco di modernità Robert Neumair siede, qua e là, anche alla batteria.

Non mancano, nel repertorio, le musiche più tipiche per ottoni, come la polka con parti anche cantate, oppure l'assolo di Neumair alla Steirische Harmonika.

Molti brani sono stati composti direttamente per i Bozen Brass; tutti gli arrangiamenti sono da Robert Neumair.

Calendario

Tutti i nostri concerti e workshops.